ph: Paolo Angeli

Per Paolo Angeli si aprono le porte della leggendaria Carnegie Hall di New York. Il debutto nell’olimpo della musica dell’eclettico chitarrista cresciuto a Palau è in calendario il 26 gennaio 2018. “La Carnegie Hall è una delle più importanti sale da concerto di musica classica e leggera a livello mondiale: è la notizia più gratificante che potesse arrivare per iniziare l’anno con il sorriso!”, scrive nel suo profilo Facebook il compositore e musicista, inventore della chitarra sarda preparata, vero e proprio ‘strumento orchestra’ a 18 corde. Un ibrido tra chitarra baritono, violoncello e batteria, dotato di martelletti, pedaliere, eliche a passo variabile. Il concerto Di Angeli, previsto all’interno della stagione 17/18 del noto teatro della Grande Mela, è inserito nella sezione World, Pop and Jazz, in un trittico sottotitolato World Series. Quella di Angeli è definita una musica senza steccati, radicata nella tradizione sarda, influenzata dal canto a chitarra e dalla tasgia gallurese, all’interno della quale convivono improvvisazione di matrice jazz, linguaggi contemporanei e influenze riconducibili alle musiche popolari del mondo. Quest’anno, intanto, Paolo Angeli sarà impegnato in un tour nel Regno Unito con dieci concerti dal 2 febbraio tra Londra, Birmingham, Cambridge, York, Bristol, Gateshead, Sheffield, Bangor, Milton Keynes, Bury st Edmunds. A marzo è atteso il doppio album Live che documenta il world tour 2015/16, con concerti registrati tra Australia, Stati Uniti, Giappone, Europa e Africa.



Lascia un commento

Codice di sicurezza: