ph: Angelo Carcangiu

di Simone Muscas

Si chiama Angelo Carcangiu ed è uno showman e produttore molto conosciuto e apprezzato nel panorama artistico della Sardegna. Lo abbiamo incontrato per conoscerlo meglio e per raccontarci le sue tappe della sua carriera.

Chi è Angelo Carcangiu? Ho 32 anni, lavoro nel mondo dell’ingegneria e, parallelamente, in quello dello spettacolo dove mi cimento nel doppio ruolo di showman e produttore. Artisticamente parlando sono un ballerino e un cantante; contemporaneamente, inoltre, curo tutte le fasi di uno spettacolo tutto mio che porto in giro per la Sardegna da oramai sei anni.

Particolare curioso: il suo “debutto” artistico è avvenuto, ad appena sei anni, allo Zecchino d’oro di Bologna. Ero molto piccolo, ma già avevo una grande passione per il canto; mi era capitato di esibirmi in eventi del paese riservati ai bambini. Furono i miei genitori che spinsero affinché facessi le selezioni per lo Zecchino d’Oro che superai e che mi permisero di cantare il brano “Il papero nero” in diretta RAI. Ero però troppo piccolo: per quanto ricordi bene quei giorni, non ero completamente cosciente di cosa significasse esibirsi in TV.

La sua carriera artistica non si è però fermata. Di lì a poco mi iscrissi ad una scuola di ballo e, parallelamente, continuai a coltivare la mia passione per il canto. La vera svolta avvenne però quando giovanissimo, durante un matrimonio, fui notato come cantante da un produttore lì presente che mi volle con sé nei suoi “spettacoli di varietà” nelle piazze. In quegli anni questi tipi di format non erano particolarmente diffusi. Per tanti anni ho lavorato in questo settore con diverse agenzie di spettacolo.

Ad un certo punto, però, ha deciso di provare a fare spettacoli da “artista autonomo”. Circa sette anni fa ho sentito che era giunto il momento di proporre uno spettacolo tutto mio, qualcosa che mi appartenesse. Ho quindi messo su un primo format che da due anni si chiama “Fortissimo, il grande spettacolo”. Oggi, oltre a calcare il palcoscenico, mi occupo di tutta la macchina organizzativa dietro le quinte. Sulla pagina Facebook “Angelo Carcangiu Produzioni” mi si può contattare e trovare maggiori informazioni.

Due anni fa, inoltre, la partecipazione al talent show “Fortissimo” di Raffaella Carrà in onda su Rai 2. Un’esperienza bellissima; la macchina organizzativa di quel programma era eccezionale. In particolar modo sono felice della mia performance in quell’occasione, seppure, nonostante il giudizio positivo della giuria, non sia riuscito passare tra i finalisti.

Vox populi dice che un posto tra i finalisti lo avrebbe però “strameritato”. Ho ricevuto, mi creda, tantissimi attestati di stima. Posso dire che in quel programma ho visto concorrenti talentuosi uscire a discapito di altri meno meritevoli. Nonostante tutto, mi creda, sono soddisfattissimo per quanto ho fatto.

Sia allo “Zecchino d’Oro” che a “Fortissimo” nel presentarsi ha detto: arrivo da Lunamatrona. Dinanzi al pubblico nazionale sono pochi coloro chi citano il proprio paesino natìo. Dall’università in poi ho frequentato poco il mio paese, nonostante ciò non ho mai scordato le mie origini. Dopo la partecipazione al talent televisivo mi sono esibito con il mio spettacolo proprio a Lunamatrona. In quell’occasione ho ricevuto tanto calore e attestati di stima da parte dei miei compaesani. Li ringrazio enormemente, porterò per sempre quella serata nel mio cuore.

Ringraziamenti particolari? Non ho dubbi: i miei genitori che mi hanno sempre stimolato facendomi tenere i piedi ben saldi a terra e le mie sorelle, due vere e proprie mamme. Ha grandi meriti, inoltre, il mio ex produttore Alessandro Fois e tanti amici che mi sono stati vicini.

Sogni? Poter continuare a fare ciò che più mi piace e avere la possibilità di poter proporre il mio spettacolo oltre i confini della Sardegna.



Lascia un commento

Codice di sicurezza: