di Giovanni Salis

3 minuti a testa, solo voce e corpo, testi scritti di proprio pugno, il pubblico decreta il vincitore

Mercoledì 10 (semifinali) e Giovedì 11 Maggio (finalissima)

Circolo Ricreativo The HoR (The House Of Rock) – Piazza Mazzotti 1b

Sassari

Si terrà mercoledì 10 (semifinali) e giovedì 11 (finalissima), alle ore 20.30, nei locali del Circolo Ricreativo “The HoR – The House Of Rock”, in Piazza Mazzotti n.1b a Sassari, la quarta edizione della Finale regionale del “Poetry Slam”, organizzata dalla sezione sarda della L.I.P.S. (Lega Italiana Poetry Slam), in collaborazione con l’associazione The HoR, che vedrà sfidarsi sul palco alcune delle migliori voci e penne del territorio classificatesi al primo posto nei Poetry Slam, le sfide di poesia contemporanea con libertà di tema e forma, disputate in tutta l’isola durante la stagione 2016/2017.

In gara ci saranno riconosciuti artisti della parola, del palco e della voce, quali: Ignazio Chessa e Joan Oliva da Alghero; Valerio Janus Camera e Enrico Pedrini da Cagliari; Tiziana Mura da Gavoi; Sara Giglio da Oristano; Roberta Cucciari, Alessandro Doro, Federico Pinna da Sassari; Roberto Demontis da Bancali; Marco Bianchina da Porto Torres; Andrea Doro da Sorso; Luana Farina e Marco Fenudi da Ozieri; Bastiano Pugioni da Oliena; più Alessia Bardi da Sassari, vincitrice della seconda edizione della finale del campionato studenti sardo tenutasi l’8 maggio scorso all’Istituto Alberghiero IPSAR di Sassari.

Tutti forti di consolidate esperienze sul campo, proveranno a conquistare il titolo di campione regionale sardo (o la campionessa visto che le prime due edizioni sono state vinte da Lalla Careddu e Luana Farina, mentre l’ultima ha visto affermarsi Ignazio Chessa) che avrà l’onore di rappresentare l’isola alle Finali Nazionali organizzate dalla L.I.P.S. che si terranno a luglio a Milano e Monza.

Nella stagione 2016/2017 la scena sarda, una delle più vivaci nel panorama nazionale che ormai conta oltre 150 contendenti fra poeti e performer, è cresciuta ulteriormente arrivando a contare ben 18 slam totali (Sassari 7 slam, Alghero 3 slam; Cagliari e Porto Torres 2 slam; Gavoi, Oristano, Ozieri e Quartu S.Elena 1 slam), 3° coordinamento assoluto in Italia per numero di slam fatti.

A Sergio Garau, campione italiano che con lo slam ha girato in mezza Europa e oltre, il compito di animare la competizione letteraria come m.c. (master of ceremony – mastro di cerimonia), con l’apporto del segretario multipiattaforma della L.I.P.S. Sardegna Giovanni Salis come notaio di gara.

A impreziosire la finalissima dell’11 maggio, che vedrà sfidarsi gli otto classificati dalle due semifinali, sarà la presenza di diversi ospiti speciali: il talentuoso cantautore di matrice britannica Federico Beeside, la scrittrice Lalla Careddu e l’attrice artista della parola e della voce sarda Clara Farina.

La Finale, organizzata con il prezioso contributo dei partner: Antas rivista musica e cultura sarda, Travel Motus agenzia di viaggi, Chiocciolina e Igienica Sassarese, sarà ripresa dalle telecamere TeleSassari e dalle onde di RadiOfficine ARCI Sassari e verrà trasmessa successivamente in una puntata speciale.

La grafica è a opera di Andrea Sole, il logo a cura di Angelo Saccu.

Le precedenti finali regionali organizzate a Sassari (al True Colors nel 2014 e nel 2016) e a Ozieri (al Teatro Civico nel 2015) hanno richiamato centinaia di spettatori e conquistato ampia risonanza mediatica.

Subito dopo la finale regionale sarda, riprenderà la nuova stagione 2017/2018, sabato 13 maggio a Ozieri con il 5° OPS organizzato con il patrocinio del Comune di Ozieri all’interno dell’edizione ozierese di Monumenti Aperti, e domenica 14 maggio a Oristano con “Incontri Poetry Slam”, sesto appuntamento della rassegna “Incontri a casa di Valeria”.

Per info:

cel 340.1846468 – web http://www.lipslam.it/ – https://www.facebook.com/poetryslamsardegna/

 

Sergio Garau, classe 1982, dal 2001 partecipa a poetry slam, festival di poesia e videopoesia, residenze artistiche e tour in una ventina di paesi. Ha vinto diversi premi internazionali. Dal 2010 scrive ed esegue lo spettacolo collettivo IO game over con musicisti, videoartisti e programmatori. Anima laboratori di poesia in Italia e all’estero. È  redattore, organizzatore, conduttore, sparajurij. Pubblicato in DVD, CD, antologie, riviste, su carta e in rete. Più info: sergiogarau.xyz.

 

POETRY SLAM:

Il poetry slam ha regole molto semplici, ogni partecipante deve portare due testi scritti di proprio pugno (uno per il girone, uno per l’eventuale finale), ed interpretarle dal vivo senza musiche, oggetti scenici, travestimenti, ma solo tutto ciò che può essere fatto con la voce e con il corpo è concesso, tranne cantare, se non per un poco – non ci sono vincoli di lingua, tema, forma, sesso, età, taglio di capelli – il pubblico tutto decide chi vince, sotto la direzione dell’EmCee (Master of Ceremony come dicono in America mutuando il termine dallo slang Hip Hop), che presenta e anima la sfida letteraria. Ma lo slam è poi, in verità, molto di più, ed è in questo ‘di più’ che sta la ragione del suo dilagante successo in America, Canada, Inghilterra, Germania ed ora anche in italia e in Sardegna.



Lascia un commento

Codice di sicurezza: