Si è svolto il 7 maggio l’evento organizzato da Africa Mission – Cooperazione e Sviluppo con La Faggiola e la collaborazione di Coldiretti Piacenza, Il Gremio Sardo, La Tavola di Pietro Fumi, Consorzio Asparago Piacentino, Perini & Perini, Società Agricola Graffignana nonchè con il patrocinio del Comune di Podenzano. Un’occasione di condivisione, capace di coinvolgere diverse eccellenze del mondo enogastronomico, insieme per un obiettivo comune: promuovere la campagna nazionale proposta da Focsiv (Federazione Organismi Cristiani in Servizio Internazionale Volontario) “Abbiamo RISO per una cosa seria” a sostegno dell’agricoltura famigliare in Italia e nel mondo. «Abbiamo offerto un menù a tema – ha spiegato Carlo Ruspantini, direttore del Movimento Africa Mission – Cooperazione e Sviluppo – per questo non sono mancati risotto con gli asparagi gentilmente offerti dal Consorzio dell’Asparago Piacentino e il maialino e i formaggi sardi di produzione del Gremio Sardo, affiancati da rinomate bottiglie di vino piacentino della Cantina Perini&Perini». «Lo scopo della campagna solidale è quello di sostenere l’agricoltura famigliare, promuovendo una pratica che mette al centro la dignità dei lavoratori e riconosce la loro centralità nello sviluppo territoriale – continua Ruspantini – L’incontro ha voluto offrire a tutti i commensali un momento di gusto, condivisione e divertimento, sostenendo al contempo una campagna di grande importanza». Africa Mission con la campagna “Abbiamo RISO per una cosa seria” supporta il progetto “Right to Food – Diritto al cibo in Karamoja” in Uganda: «Lo sviluppo delle scuole agro-pastorali di villaggio è uno dei mezzi per garantire il diritto al cibo nelle comunità più vulnerabili del sud del Karamoja ed è basato sull’approccio partecipativo, dinamico e sistematico dell’apprendimento – spiega Ruspantini – Il progetto ha migliorato le vite delle famiglie attraverso un sistema di risparmi e prestiti reciproci. L’obiettivo è infatti l’auto sostentamento delle comunità locali, attraverso l’utilizzo di specifici piani d’azione e di un sistema di microcredito. Un progetto che coinvolge 2640 persone, circa 380 famiglie che con entusiasmo contribuiscono a sensibilizzare le comunità sul tema del diritto al cibo». Il ricavato della cena è stato devoluto interamente alla causa.



Lascia un commento

Codice di sicurezza: