La Dinamo Banco di Sardegna non riesce a pareggiare la serie con la Dolomiti Energia che si porta in vantaggio 2-0. Domani i giganti faranno rientro in Sardegna dove si sposterà la serie: appuntamento martedì al PalaSerradimigni alle 20:45 per Gara3. Ora l’unico imperativo per gli uomini di Federico Pasquini è ribaltare il 2-0, allungare a Gara4 per tornare a Trento e giocare la bella.

Il match del PalaTrento di questa sera è una sfida tra due squadre agguerrite e determinate, che si sono fronteggiate a viso aperto per 40’. Nella prima frazione i biancoblu si portano avanti con una partenza sprint, nel secondo quarto invece sono i padroni di casa a chiudere avanti di misura condotti dal duo Sutton-Craft. Il secondo tempo è una danza infinita, Trevor Lacey e David Bell trascinano i giganti fino al +9 ma i sassaresi subiscono l’offensiva bianconera che ristabilisce la parità sul parquet. Nel finale punto a punto i padroni di casa trovano il break con Sutton e Carft che chiude il match 74-68 e decreta il 2-0 trentino nella serie.

Coach Pasquini manda in campo Bell, Lacey, Devecchi, Sacchetti e Lydeka, coach Buscaglia risponde con Sutton, Craft, Gomes, Hogue e Shields. Ad aprire le danze è Trevor Lacey in lunetta che monetizza il fallo di Shields. Trento si sblocca con Gomes: i giganti firmano un break di 6-0 (4-8). Reazione trentina con Sutton e Forray: il capitano bianconero sigla la parità. Bell dalla lunetta permette ai sassaresi di chiudere avanti di misura al 10’ (12-14). 6 punti di Carter, a referto con 2+1 e tripla, portano Sassari avanti, Trento piazza un parziale di 10 punti che gli permette di rimettere la testa davanti (24-20). Lacey sblocca i suoi e con Bell dall’arco la Dinamo ristabilisce la parità: le due squadre si fronteggiano punto a punto. Nel finale i padroni di casa trovano il mini allungo con Sutton in lunetta che manda le due squadre negli spogliatoi sul punteggio di 30-28. Al rientro dall’intervallo lungo è un agguerrito Trevor Lacey a dominare i primi minuti. La guardia dell’Alabama spara due bombe e l’appoggio al ferro che scrive il nuovo vantaggio sassarese. David Bell e Rok Stipcevic bombardano dall’arco scavando il +9. Le triple di Gomes però permettono a Trento di ridurre il gap, Sutton dalla lunetta chiude al 30’ 54-56. In avvio dell’ultima frazione c’è il break di 5 punti firmato da Sutton e l’Aquila mette la testa avanti. La tripla di Carter ristabilisce la parità sul parquet: Savanovic sigla il sorpasso biancoblu. Controsorpasso dei padroni di casa che provano a scappare via condotti da Forray. Tutta l’esperienza e la classe di Dusko Savanovic in postbasso permette ai sassaresi di rimettere il naso avanti. Il match diventa un botta e risposta tra Sassari e Trento: non trema Forray in lunetta, anche Bell fa 2/2 su fallo di Craft. Hogue infila il canestro del sorpasso, Sutton allunga quando ci sono 65’’ sul cronometro. Canestro rocambolesco di Craft per il +5. I giganti non trovano il canestro che li riporti a contatto, Sutton dalla linea di carità mette in cassaforte la vittoria. Trento si porta in vantaggio sulla serie 2-0, al PalaTrento finisce 74-68.



Lascia un commento

Codice di sicurezza: