ph: Paola Lara

di Francesca Lai

Paola Lara è una trentaseienne originaria di Tertenia che da 15 anni vive in Olanda. Curiosità e tanta determinazione l’hanno portata lontano dalla sua Ogliastra. E’ il 1999 quando Paola approda per la prima volta in terra olandese per una stagione estiva in un ristorante italiano a Utrecht. Da 8 anni si è stabilita ad Amstelveen, una frazione di Amsterdam, dove ha costruito la sua nuova vita e la sua carriera.

Attualmente la giovane ogliastrina lavora per una casa editrice olandese come Account Manager  “la persona” spiega Paola “responsabile per tutti gli annunci pubblicitari/pubbliredazionale all’interno del magazine”. “Tra le diverse riviste” continua “pubblichiamo Italie e Italien magazine, le più grandi riviste sull’Italia in Benelux e Germania”.

Cambiare vita e le proprie abitudini e ambientarsi nella terra d’adozione non è stata una passeggiata: “all’inizio, lontana da casa, dagli affetti non parlando la lingua, non è stato semplice” spiega Paola “gli olandesi mi apparivano freddi e non tanto socievoli, frequentavo italiani, spagnoli expats, forse perché oltre che a poterci capire ci accomunava il fatto che tutti eravamo lontani da casa”.

La Sardegna Paola la porta nel cuore, e la nostalgia ogni tanto si fa sentire “la mia terra mi manca, l’odore della macchia mediterranea, le montagne (qui è tutto piatto) ma ciò che mi manca di più è la mia famiglia, mio padre, mia madre mia sorella e mio cognato e due nipotini, mia sorella maggiore, invece abita qui e lavora nella sede europea della Nike, la sua vicinanza mi fa sentire più “a casa””.

Un po’ di Sardegna però è volata ad Amsterdam “della tradizione sarda mi sono portata dietro tante cose” racconta “in casa ho alcuni tappeti fatti al telaio, gioielli in filigrana, corallo per non parlare dei prodotti alimentari, inoltre mi sono portata dietro anche spiedo e girarrosto, non si può vivere senza la carne arrosto!” ironizza Paola, una passione quella per la propria terra che la mamma in carriera cerca di trasmettere anche a i suoi bambini.

D’altra parte il pensiero di tornare in Italia non l’ha mai attratta: “sono sicura che in Italia non avrei mai potuto raggiungere certi obbiettivi. L’Olanda è un paese dove vige la meritocrazia”. Le possibilità lavorative per l’ogliastrina sono state molteplici “il mio lavoro attuale non è stato l’unico, ho avuto la fortuna di poter lavorare per compagnie internazionali e cambiare impiego per capire ciò che veramente volevo fare nella vita”.
Moglie mamma e donna in carriera Paola riesce a tornare in Sardegna tre volte all’anno anche se spiega “ora con i bambini è un po’ più complicato”.

La sua è una vita “di corsa” ma piena di soddisfazioni, una vita che Paola con tanto coraggio è riuscita a costruire credendo negli obiettivi che si era posta.

E un bel consiglio lo dà a quanti vogliono imboccare la sua stessa scelta di un’esperienza all’estero “a chi parte voglio solo dire, di non demordere. All’inizio potrà risultare difficile, ma vale la pena provarci! Per chi rimane ho un rispetto enorme ma anche un po’ di gelosia, vivono nel Paese più bello del mondo! Ma non si può avere tutto nella vita, non esiste il luogo perfetto dove vivere, in tutti i posti manca qualcosa”.

Tra le belle parole di Paola anche un invito a credere nei cambiamenti, come ha fatto lei “ho cambiato idea sugli olandesi…ne ho persino sposato uno”.



Lascia un commento

Codice di sicurezza: