ph: Enrico Pau e Gianfranco Cabiddu

di Bruno Culeddu

Si è concluso con la serata dedicata alle premiazioni il Bobbio Film Festival diretto da Marco Bellocchio. Il premio più ambito, il “Gobbo d’oro”, è stato conferito a Gianfranco Cabiddu per la “La stoffa dei sogni”. Anche il premio speciale del quotidiano Libertà di Piacenza è andato a un sardo: a conquistarlo è stato Enrico Pau, con “L’accabadora”.

Le giuria composta da giovani critici cinematografici e presieduta dallo stesso Bellocchio ha motivato l’importante riconoscimento assegnato a “La stoffa dei sogni” con queste parole: “Per una struttura narrativa capace di recuperare una tradizione letteraria e popolare, che trova nel teatro un veicolo di libertà in uno scenario in cui vita e rappresentazione della stessa si incontrano sul palcoscenico”.

Bobbio Film Festival è una manifestazione cinematografica di alto profilo, giunta ormai alla ventesima edizione, che si tiene nello storico borgo di Bobbio, cittadina nel cuore della Val Trebbia e comune della provincia di Piacenza in Emilia-Romagna.

La cerimonia di premiazione si è tenuta il 5 agosto nel chiostro dell’abbazia di San Colombano: Gianfranco Cabiddu ha ricevuto il “Gobbo d’oro” – una scultura realizzata dall’artista piacentino Luigi Scaglioni – direttamente dalle mani di Marco Bellocchio. Il premio speciale del quotidiano Libertà è stato invece consegnato a Enrico Pau da Nicoletta Bracchi, direttrice di Telelibertà.

Ai due registi, che incrementano il loro già ricco carniere di premi, i complimenti vivissimi di Tottus in pari.



2 Commenti to “DOMINIO DEL CINEMA SARDO AL BOBBIO FILM FESTIVAL 2017: GOBBO D’ORO COME MIGLIOR FILM A “LA STOFFA DEI SOGNI”, PREMIO SPECIALE PER “L’ACCABADORA””

  1.   Carlo Melis Says:

    C’è da essere fieri

  2.   Lorenzo Tedoldi Says:

    So che non dovrei chiedere ma io oso: doveSi possono acquistare i dvd. Grazie

Lascia un commento

Codice di sicurezza: