Sconfitta amara per il Cagliari di fronte alla Juventus. I bianconeri si impongono 1-0 con un gol di Bernardeschi nella ripresa, ma i rossoblù escono dal confronto a testa altissima, dopo una prova eccellente, gagliarda, determinata e di qualità e con diverse recriminazioni. In particolare, il gol vincente è arrivato dopo un fallo di Benatia su Pavoletti sul quale l’arbitro Calvarese ha lasciato correre e soprattutto su un fallo di mano di Bernardeschi in area bianconera non rilevato dal direttore di gara. Davvero un peccato: il Cagliari, per quanto si è visto in campo alla Sardegna Arena, avrebbe ampiamente meritato il pareggio. È riuscito a disinnescare le fonti di gioco bianconere, riproponendosi con un calcio di ottima fattura e creando le sue buone occasioni; purtroppo è bastato un solo attimo di distrazione perché la Juventus ne approfittasse per conquistare la posta piena.

Diego Lopez recupera Barella, che riprende il suo posto a centrocampo in vece dello squalificato Miangue; Padoin si sistema sul versante sinistro di un reparto a cinque.

La prima chance è per il Cagliari: cross arcuato di Barella, Ionita arriva in corsa ma non riesce a domare un pallone difficile. Quindi è la Juventus a menare le danze, i rossoblù aspettano ordinati e compatti. La qualità dei bianconeri è tale comunque da creare ugualmente pericoli: al 10’ Dybala centra la traversa con una punizione dal limite. Poi Khedira serve Higuain che si gira e di destro conclude sul fondo. Sul lato destro dell’attacco Bernardeschi è molto vivace: l’ex Fiorentina al 17’ colpisce il palo con un tiro a giro, poi il pallone sbatte su Rafael, e Khedira commette fallo in attacco su Pisacane.

Pericoli scampati che scuotono il Cagliari: al 18’ cross di Faragò per Pavoletti che si alza e devia di testa, spedendo fuori non di molto. Al 21’ su punizione dalla sinistra di Pjanic, Benatia mette dentro, ma era in fuorigioco, l’arbitro giustamente annulla. Dopo una punizione alta di Pjanic, Pavoletti controlla in piena area ma non trova il tempo per il tiro, chiuso da Barzagli. Pallone in angolo, corner di Cigarini, impressionante lo stacco di Pavoletti, miracolo di Szcezny che ribatte in qualche modo. La gara è più equilibrata: al 34’ Cigarini strappa palla a Khedira, va via Farias, serie di finte per liberarsi dei difensori juventini, ma poi il brasiliano non trova il tempo per il tiro.

Al 43’ grandissima occasione per il Cagliari: Barella mette un pallone rasoterra in area per Pavoletti, tocco di prima intenzione per Farias in piena area, stop di destro e tiro sul primo palo, Szczezny compie una nuova prodezza a deviare sul legno sinistro della porta.

Il secondo tempo si apre con un nuovo colpo di testa di Pavoletti, fuori di poco.La Juventus perde Dybala per un infortunio muscolare, gli subentra Douglas Costa. Al 54’ Douglas Costa prende palla dalla destra, tiro a giro di sinistro che esce sul fondo. Al 58’ fuori anche Khedira, colpito in maniera fortuita dal suo portiere in uscita, lo rileva Mandzukic. Su contropiede imbastito da Higuain, Pjanic conclude fuori. Il Cagliari è ben sistemato sul campo, controlla e riparte bene.

Al 69’ Lopez opera il primo cambio dalla panchina: dentro Sau per Ionita. Al 70’ lancio per Douglas Costa che cerca di sorprendere Rafael, pallone nettamente sul fondo.

Al 73’ i bianconeri sbloccano il risultato. L’azione però è viziata da un fallo di Benatia che colpisce Pavoletti in uno stacco aereo: il centravanti rossoblù rimane infortunato a terra, l’azione continua, palla a Douglas Costa che mette al centro basso dove irrompe Bernardeschi che devia in rete. Proteste dei rossoblù, Pavoletti viene ammonito.

Poco dopo, su cross di Padoin, Bernardeschi tocca con il braccio: l’arbitro Calvarese lascia correre. Al 79’ dentro Lichtsteiner per Bernardeschi. Lopez inserisce van der Wiel per Barella.

Il Cagliari ci prova con generosità, ma la stanchezza inizia a farsi sentire. Ci prova Padoin riprendendo una respinta della difesa bianconera, il tiro termina sul fondo. Entra anche Giannetti per Pisacane. L’arbitro concede sei minuti di recupero, ma la situazione non cambia.

La Juventus ottiene la quarta vittoria consecutiva, il Cagliari resta a quota 20. Dopo la sosta, arriva il Milan.



Lascia un commento

Codice di sicurezza: