I rossoblù escono sconfitti 2-1 dal confronto col Milan alla Sardegna Arena. In vantaggio con un gol di Barella dopo nove minuti, il Cagliari ha incassato il gol del pareggio su un rigore trasformato da Kessié e subìto la rete dello stesso ivoriano verso la fine del tempo. Non è bastata al Cagliari una ripresa giocata col cuore e con la volontà: il Milan ha controllato la reazione dei rossoblù e portato a casa i tre punti. Una partita equilibrata, condizionata da un vento fortissimo e decisa da alcuni episodi che non hanno sorriso alla squadra di Diego Lopez. Cagliari che esce dal campo ancora con l’amaro in bocca: almeno un punto i rossoblù l’avrebbero meritato. Sfortunatissimo l’ultimo assalto condotto al 5’ di recupero, con un colpo di testa di Pavoletti passato di un nulla fuori dallo specchio.

Lopez sceglie Cragno tra i pali, Marco Sau in avanti fa coppia con Pavoletti. Ritmo altissimo, nonostante l’inclemenza del vento che disturba chiaramente le giocate dei calciatori. Al 7’ i rossoblù passano in vantaggio: Barella prende palla dalla sinistra, si accentra e con un tiro maligno di destra batte Donnarumma. Il Milan reagisce con una serie di traversoni scodellati in piena area, a cercare Kalinic, contenuto bene dai difensori rossoblù. Al 15’ su cross dalla sinistra di Padoin, tiro al volo di Faragò ribattuto, riprende ancora Faragò, botta di prima intenzione di Ionita, alta. La sfortuna si accanisce su Marco Sau che al 16’ risente di problemi muscolari e deve uscire dal campo: gli subentra Farias. Al 24’ gran tiro di Kessie, balzo di Cragno che toglie il pallone dal sette. Tre minuti più tardi, su nuovo cross dalla sinistra di Rodriguez, il rinvio di testa di Ceppitelli finisce addosso a Calhanoglu, Kalinic prova a girarsi, Cragno lo chiude, venendo colpito involontariamente dall’attaccante croato, che viene ammonito. Al 28’ Cigarini dentro per Farias che si destreggia, calciando di destro, Donnarumma ribatte di piede, riprende Pavoletti mandando alto: l’azione comunque era stata invalidata da fuorigioco. Poco dopo, cross di Faragò, Farias non ci arriva di testa per un attimo.

Nel momento migliore del Cagliari, il Milan pareggia. Contrasto Ceppitelli-Kalinic in piena area rossoblù, il croato finisce a terra: rigore che Kessie trasforma spiazzando Cragno. Al 41’ Kessie si libera di forza sulla destra, cross basso per Kalinic che in piena area tira di prima intenzione, debolmente, para a terra Cragno. Trascorrono sessanta secondi e il Milan segna la seconda rete: tiro di Calabria deviata da un difensore, Kalinic controlla e cede all’indietro per Kessie che piazza il pallone nell’angolo lontano. Le immagini televisive mostrano che il centravanti croato era in posizione molto dubbia al momento di ricevere il pallone.

I secondi 45’ sono meno piacevoli sul piano spettacolare. Molti gli errori di misura da una parte e dall’altra, subentra la confusione, il vento la fa ancora da padrone. Bonaventura stuzzica Cragno con una bordata da lontano, il portiere è reattivo e vola sulla sua destra, mandando in angolo.

Al 56’ punizione in area di Cigarini, mischia colossale, Bonucci alza il pallone che Donnarumma smanaccia in angolo. Al 59’ su lancio frontale di Ceppitelli, Donnarumma esce anticipando Pavoletti, Farias tira di prima intenzione mandando fuori. Lopez fa ricorso alla panchina, inserendo Deiola per Ionita. Al 66’ non si chiude uno scambio ravvicinato Pavoletti-Farias per l’intervento di Bonucci. Al 76’ su angolo di Barella, nuovo grappolo di giocatori, Pavoletti gira debolmente, ma Deiola era in fuorigioco. Locatelli sostituisce Bonaventura nel Milan, l’ultima carta rossoblù è Cossu per Padoin.

Rodriguez si fa espellere a dieci minuti dal termine per un secondo giallo dopo un fallo su Faragò. Gattuso si copre: toglie Suso, dentro Abate, mentre Borini rileva Kessie. Nemmeno il tempo di approfittare della superiorità numerica: qualche minuto dopo va fuori anche Barella per un nuovo cartellino giallo dopo un intervento su Biglia.

Generosi gli ultimi tentativi dei rossoblù: cross di Farias dalla sinistra, lungo per Faragò, Al 5’ di recupero l’ultima grandissima chance: angolo di Cossu, testa di Pavoletti che sfiora il palo alla destra di Donnarumma.

Finisce così, 2-1 per il Milan. Il Cagliari rimane a quota 20, domenica si va a Crotone.



Lascia un commento

Codice di sicurezza: