ph: Giovanni Piliarvu

Da tempi antichissimi nelle isole del mar Mediterraneo gli essere umani e gli animali hanno vissuto in simbiosi. I due mondi però non devono confondersi. Ogni anno a gennaio, nel piccolo paese di Ottana, il mondo degli uomini e quello degli animali si incontrano davanti a un grande fuoco. Grazie a questo momento di incontro i due mondi rimangono separati per il resto dell’anno. Gli uomini, uomini. Gli animali, animali. Gli dei, dei.

La mostra si terrà dal 28 gennaio al 4 marzo presso i locali del Seadas Flower Caffé a Tokyo, Jiyugaoka. Le foto ritraggono la festa di sant`Antonio a Ottana, in Sardegna, quando le famose maschere (boes, merdules, sa filonzana) inaugurano l`anno appena inizato con l`antico rituale intorno al grande fuoco durante “Sa prima Essia”

Giovanni Piliarvu e` nato in Sardegna, nel giugno del 1978. I suoi primi contatti con la macchina fotografica sono avvenuti grazie allo zio che aveva un negozio di fotografia nella città natale di Sassari. I rullini pullulavano in casa e con la macchina Minolta della madre fin da piccolo ha inizato a scattare foto. Dopo un periodo di pausa drante gli studi universitari, Giovanni è tornato a prendere in mano la macchina fotografica durante l’era digitale, a molti chilometri di distanza da dove aveva iniziato: in Giappone. Fin da allora non ha messo di essere attirato dal catturare con passione grandiosi paesaggi naturali, le emozioni delle feste popolari e fare ritratti. Dal 2015 uno degli artisti della Island gallery a Tokyo (http://islandgallery.jp), al suo attivo varie mostre personali e collettive oltre che varie collaborazioni con riviste italiane e straniere.

Sito ufficiale: http://giovannipiliarvu.com

Mostre:

2015.08 Google 2015 / Three Photographers Emerge 2015

2016.06 Giovanni Piliarvu Luce d`italia – Island Gallery

2017.01 Ten Colors – Island Gallery

2017.06 Giovanni Piliarvu – Abetone M.B., Sassari, Italy

2017.06 Giovanni Piliarvu Isole – Island Gallery

2017.08

2017.12 Island Gallery Best Selection – Island Gallery



Lascia un commento

Codice di sicurezza: