di Bruno Culeddu

Il film

Deu ti amu!” di Jacopo Cullin racconta in 4 minuti la storia di un corteggiamento senza fine, tra colori, sapori, odori e suoni di un tempo passato.

Il corto, premio del pubblico all’Asti Film Festival e allo Skepto Film Festival, è stato girato in occasione della quarta  edizione di MedinArt, festival di terra, musica e arte che annualmente si svolge a Samassi. È recitato in sardo e in italiano.

Con Jacopo Cullin (director e screenplay) hanno lavorato Damiano Picciau (photography), Andrea Aru (sound),  Emanuele Contis (music), Liviana Serra (make up), Franco Pintus (costumes) e Francesca Melis (scenography). Cast: Alessandro Cabboi, Arianna Mancosu, Nicolò Congiu, Giulia Giordano, Monica Usai, Lorenzo Lilliu, Tziu Giuliu e Severino Pitzalis.

Il regista

Jacopo Cullin nasce a Cagliari. Attore, sceneggiatore e regista inizia la sua formazione artistica in Sardegna e diventa popolarissimo grazie alle apparizioni su “Come il calcio sui maccheroni” (Videolina, 2004). Successivamente frequenta seminari di recitazione a Roma (2006) diventando membro dell’Actor’s Center Rome.

Nel 2009 realizza il suo primo cortometraggio dal titolo “Good Friends” girato interamente a Puerto Rico. Nel 2012 dirige insieme a Joe Bastardi e interpreta il cortometraggio “Buio“, vincitore al Sardinia International Film Festival, allo Skepto Film Festival e a Visioni Sarde. Nel 2014 gira il suo terzo corto dal titolo “Grazie a te!” e nel 2015 dirige “Non aver paura”, un altro cortometraggio per la campagna di sensibilizzazione alla donazione del sangue.

Scrive, interpreta come testimonial e dirige vari spot pubblicitari, fra i quali: “Share your life in NY“, “Special Olympics e Gigi Riva” e uno per un’azienda isolana, uscito in questi giorni, divertentissimo, dove i calciatori del Cagliari si esprimono in limba.

Per il teatro ha curato la regia di: “Bellepòc & S’Arrevesciu“, “Centu concas, una berrita!”, “Non ricordo nulla” e “6 in me!”. Ha anche recitato in teatro in “Qualcosa di rosso” di Benedetta Buccellato, “Pan seminario per un errore” regia di Maurizio Saiu, “S’ard i danzatori delle stelle” regia di Marco Parodi e “I giorni dell’ira” regia di Mario Faticoni .

Lavora a tempo pieno come attore in produzioni cinematografiche e televisive.

Al cinema è apparso in “L’uomo che comprò la luna” di Paolo Zucca, “La stoffa dei sogni” di Gianfranco Cabiddu, “Bianco di Babbudoiu” di Igor Biddau, “La Buca” di Daniele Ciprì, “Crushed Lives – Il sesso dopo i figli” di Alessandro Colizzi, “L’Arbitro” di Paolo Zucca e “Racconti dall’altro mondo” di Fabio M. Lozzi.

In televisione è tra gli interpreti di “Liberi sognatoriEmanuela Loi” di Stefano Mordini, “Limbo” di Lucio Pellegrini, “Al di là del lago” di Raffaele Mertes, “Angeli e Diamanti” di Raffaele Mertes, “Le Ali” di Andrea Porporati, “L’ospite perfetto – ROOM 4 U” di D. Persica e C. Alemà e di “Al di là del lago” di Stefano Reali.

 

 



Lascia un commento

Codice di sicurezza: