di Desirè Sara Serventi

Se i giovani continuano a trasferirsi all’estero nella speranza di un futuro migliore, c’è chi nonostante una vita di lavoro e sacrifici è costretto, suo malgrado, a lasciare il proprio Paese per poter vivere in dignità. Le tasse sono troppo alte, la Sanità pubblica, sotto certi aspetti sta diventando inaccessibile per i cittadini, che se vogliono usufruire del Servizio Sanitario Nazionale, devono abituarsi a fare delle file chilometriche, per via dei tagli decisi dal Governo, un governo che ad oggi, si preoccupa poco degli interessi dei cittadini, in quanto è più concentrato ad arricchire le proprie tasche che quelle del popolo. Si può dire a gran voce che nel nel nostro Paese i trattamenti sono totalmente differenti e disuguali. E’ sufficiente un mandato per i politici per sistemarsi a vita, per non parlare poi delle loro liquidazioni e delle pensioni che possono riscuotere molto prima di chi, il pane se lo deve sudare realmente. C’è poco da dire, infondo le leggi se le fanno loro. Ed è per questo che quando vanno in pensione, continuano con nonchalance a pesare sugli italiani. Ci sono politici che con arroganza sostengono che hanno lavorato e quindi, la pensione e i privilegi se li meritano, e non intendono rinunciare perché neanche i loro compari di poltrona lo fanno, ed è per questo che il popolo sgobba per riuscire a percepire ciò che gli spetta. Ovviamente se fuori dal periodo delle elezioni, gli occhi dei parlamentari sono rivolti a cercare di tenersi stretti i vantaggi che si sono creati, nel periodo elettorale la musica è totalmente diversa. Quasi tutti i partiti politici si fanno paladini del popolo, ed è solo in questo periodo però che emerge la reale situazione cui è costretta a vivere la popolazione. Se infatti fuori dal periodo elettorale viene negata la disoccupazione, la povertà, e altro ancora, nel periodo delle elezioni, si inizia a promettere che si daranno nuovi posti di lavoro, si punteranno gli occhi alla Sanità, e tante altre promosse che puntualmente resteranno incompiute. Nonostante i danni che il governo sta creando alla popolazione, nonostante le ristrettezze economiche, o le tasse che continuano ad aumentare, il popolo italiano è un popolo che ha dignità, una dignità che purtroppo manca ai rappresentati del popolo, anche se di fatto il popolo loro, lo rappresentano ben poco.

https://sledet.com/



One Response to “IL PAESE DOVE CHI FA LE LEGGI PENSA SOLO AI PROPRI INTERESSI (DIGNITA’, SACRIFICIO E VOGLIA DI CREDERE ANCORA IN UNA ITALIA MIGLIORE)”

  1.   Silva Marras Says:

    Hanno perso la migliore gioventù, cioè tutti ….e ribadisco tutti i nostri ragazzi!

Lascia un commento

Codice di sicurezza: