Francesca Secci prima nei 200 misti

di Giampaolo Puggioni

Eccellere in più discipline è un gran vanto per l’ASD Sardegna Sport (Sa.Spo.) di Cagliari che grazie ad una seria propensione rivolta alle persone con disabilità fisica e mentale riesce a coinvolgerle nel migliore dei modi, con tutti i benefici che ne scaturiscono.

Le ultime buone notizie arrivano dal settore nuoto che nello scorso fine settimana era impegnato a Brescia, in occasione dei Campionati Italiani Invernali FINPI (Federazione Italiana Nuoto Paralimpico), organizzati dalla Polisportiva Bresciana No Frontiere. La delegazione saspina, guidata dal consigliere Claudio Secci è tornata nell’isola con due medaglie d’oro e due di bronzo. Dietro i preziosi metalli una splendida conferma, Francesca Secci, e un nome nuovo, Luigi Usai, alla sua prima apparizione ufficiale in una gara nazionale.

L’atleta originaria di Selargius, volto noto a livello internazionale per chi è appassionato di competizioni in vasca, continua a sorprendere perché lo sport agonistico non è più una priorità nella sua vita che ora è impostata più sul fronte lavorativo. Rimane incredula dopo che al Palasystema ha primeggiato sia nei 200 misti, sia nei 400 sl della classe S09. E poi raccoglie anche il bronzo nei 400 open, gara particolare che assembla atleti paralimpici di diverse classi: vince chi si avvicina maggiormente al record mondiale della propria categoria di riferimento.

Luigi Usai da Ozieri è invece salito sul terzo gradino del podio dei 50 stile libero S03.

Molto soddisfatto è apparso Claudio Secci, che oltre ad essere il papà di Francesca, ha fatto anche le veci dell’allenatore Toni Satta, impossibilitato a partire.

“Abbiamo conseguito dei risultati importanti – ha detto il consigliere Sa.Spo. – se si considera che a Brescia erano presenti 161 atleti in rappresentanza di 52 società. Francesca già dalle batterie di qualificazione ha fatto capire di essere in giornata positiva confrontandosi a testa alta con la campionessa non vedente Cecilia Camellini (due ori alle Paralimpiadi di Londra, 18 titoli italiani conquistati e attuale primatista Italiana dei 400 e 100 farfalla, 100 e 50 stile libero)”.

Inutile negare che la prima uscita natatoria Sa.Spo.del 2018 sia cominciata sotto buoni auspici. “Con l’esperienza acquisita sulle piscine di tutto il mondo in questi anni – ha aggiunto Secci – Francesca ha superato certe ansie da prestazione, mentre Luigi era molto emozionato, essendo la prima volta che si immergeva in un contesto di rilievo. Non ci stuferemo mai di dire che fare sport è molto importante per una persona con disabilità”. Alla competizione lombarda avrebbero dovuto partecipare altre due atlete isolane: l’orgolese Giovanna Corraine e la monserratina Emanuela Oppo Porcu ma gli impegni elettorali non hanno consentito loro di affacciarsi a questa importante vetrina nazionale.

Il prossimo appuntamento da non perdere saranno i Campionati Regionali FINPI che si svolgeranno a Cagliari il 17 e il 18 marzo. Ma gli allenamenti continuano anche sul fronte nuoto FISDIR (Federazione Italiana Sport Paralimpici e Sperimentali) presso le piscine cagliaritane di Viale Diaz e Terramaini.



Lascia un commento

Codice di sicurezza: